ANNO 2013

MATER ADMIRABILIS
omaggio a
 
MIMMA SACCO FUDULI
Mamma Maestra Catechista

che ha saputo fare della famiglia una scuola d'umanità,
della scuola un focolare umanistico e sapienziale,
della sua maternità e professionalità
una missione a servizio della Fede
con amore generoso a Cristo e alla Sua Chiesa

Vibo Valentia, Festa del S. Rosario, Anno della Fede, 6 Ottobre 2013
    Il Priore                                                                                                           Il Rettore

                                      Domenico Colelli                                                                                   Mons. Filippo Ramondino


Mimma Sacco è nata a Nicotera nel 1924, felicemente sposata con Giovanni Fuduli, preside e giornalista, ha avuto tre figli. Diplomata al Magistrale, ha subito insegnato nelle scuole elementari da titolare, cominciando a San Marco di Cessaniti, il resto a Vibo Valentia. Quaranta anni di intenso impegno pedagogico, tuttoggi ricordato e apprezzato dai suoi ex alunni e dai colleghi. Trasmettere i grandi valori che sorreggono la vita, corroborati dal Vangelo, è stato il suo principale obiettivo: la solidarietà, la gratuità, la legalità, il rispetto della diversità. Ha sperimentato nuovi modelli didattici, come il metodo dell'insiemistica, ha sollecitato nella scuola un particolare impegno per le opere missionarie. Il 2 gennaio 1995, su proposta del Ministro della Pubblica Istruzione, ha meritatamente ricevuto la Medaglia d'oro del Presidente della Repubblica. Donna di cultura e di fede, è stata tra le prime socie fondatrici del Convegno di Cultura "Maria Cristina di Savoia" di Vibo Valentia nel 1963. Per venticinque anni, sotto la illuminata guida del parroco mons. Onofrio Brindisi, godendo della sua fiducia, si è dedicata con passione all'impegno parrocchiale nel duomo di San Leoluca, come catechista, preparando i bambini per la prima comunione, i ragazzi per la cresima, le giovani coppie per il matrimonio.  Vive oggi nella sua casa, ricca di luce e di memorie, nella nobiltà dei semplici e nella saggezza degli umili. Legge, medita la Parola di Dio, prega, e accoglie, sempre sorridente, gli amici che vanno a trovarla, con spirito giovane, quasi a confermare quanto canta la Sacra Scrittura: «Nella vecchiaia daranno ancora frutti» (sal 91,15). Il suo amore alla vita, la gioia di essere cristiana, il suo impegno a rendere più umana la terra, è la testimonianza che noi abbiamo raccolto, e per questo abbiamo voluto dirle comunitariamente: grazie!

Privacy Policy
Diocesi
Diocesi
Confederazione
Confederazione